Carta Etica per la Bi-Genitorialità

Firma la Carta Etica, la trovi in fondo a questa pagina.
Siamo stufi di operatori (avvocati, servizi sociali, psicologi ecc.) che amplificano il conflitto della separazione solo per tornaconto economico. E' UNA VERGOGNA!

E i giudici, che dovrebbero applicare le leggi, le violano in continuazione. La tutela dei minori viene messa da parte per interessi economici. BASTA!

sabato 24 ottobre 2009

Violenza sulle donne e pari opportunità

Desidero completare, per dovere di informazione,la bella lettera della sig.ra Oprandi, consigliere provinciale del partito democratico, con tre elementi interessanti sul tema della violenza sulle donne e delle pari opportunità
1-Il pm Carmen Pugliese (Procura di Bergamo), ha recentemente segnalato il fenomeno delle false denunce di abusi compiuti in contesto separativo; secondo questo Pm ormai almeno l'80% delle denunce di donne a carico dei coniugi o dei compagni sono prive di fondamento e trovano le radici esclusivamente nella volontà di ridurli alla rovina, spesso istigate (non sono parole mie ma di tale magistrato) da centri antiviolenza e femministi.
2-Secondo il prof. Fabio Canziani, (neuropsichiatra emerito e tre volte presidente della associazione italiana di neuropsichiatria infantile) dal 70 al 95% delle denunce di abusi sui bambini svolte in contesti separativi sono inventate di sana pianta. Le conseguenze (perizie, deprivazione genitoriale ecc.) su minori e genitori sono devastanti. Io conosco ad esempio diverse situazioni di padri , nonni, nonne, zie assolti dopo 4-6-7 anni di processo penale per abusi sessuali sulla prole, senza che peraltro le denuncianti abbiano mai dovuto pagare qualcosa o che i figli abbiano mai potuto riavvicinarsi a loro, genitori e parenti ingiustamente accusati.
3-la Comunità europea, nel 2004, prese atto di alcuni dati: ad esempio che il suicidio di giovani padri separati riguardava 2000 vite all'anno e ammontava al 93% del totale rispetto al...normale 70-75%, rilevò che in molti Paesi la percentuale di figli domiciliati presso il padre era inferiore alla percentuale di madri affette da gravi disturbi psichiatrici (proprio come a Varese; e in qualche nostro tribunale è stata addirittura dello zerovirglazeropercento:tipo la sede divorzile di Bolzano 2004).Osservò che in alcuni Stati,tra cui l'Italia, la percentale di donne che chiedevano la separazione era aumentata dal 25% al 70 (e oggi 75)%, spostandosi parecchio dal fisiologico 50%. Concluse invitando gli Stati membri ad attuare politiche meno sperequative e sessualmente orientate.
4-Recentemente, in Toscana, ha suscitato scandalo un ufficio pari opportunità da cui, se a chiamare era un uomo, partiva il messaggio "Questo ufficio non fa per voi, rivolgetevi a qualcun altro". Dopo la segnalazione al Ministero (corredata di registrazione del colloquio), almeno, le operatrici si degnavano di indicare un ufficio competente.
Questo per ricordare che esistono tanti tipi di violenza e tanti tipi di impari opportunità.
fonte: http://www3.varesenews.it/comunita/lettere_al_direttore/articolo.php?id_articolo=154282
23/10/2009 VITTORIO VEZZETTI

Nessun commento: